Ultima ora, News- Trapani – Giulia, la bambina del cucciolo investito, ha adottato un randagio


Tra i suoi progetti diventare una veterinaria ed essere a breve vegetariana – come nelle favole ha due amici di strada, pelosi ed a quattro zampe.

Giulia De Gregorio, si chiama così la bambina che lo scorso venerdì ha commosso l’intera Italia in quanto rimasta per ben due ore in strada, sotto la fortissima pioggia per assistere un randagio investito da un’auto e poi purtroppo deceduto.

Giulia ha undici anni e frequenta le scuole medie, a Trapani. Il suo amore per gli esseri viventi indifesi si estende non solo a cani e gatti, ma proprio a tutti gli animali. Così ha riferito ad Enrico Rizzi Coordinatore Nazionale del Partito Animalista Europeo, dopo l’esperienza del cagnetto. Rizzi, infatti, avevo risposto subito alla chiamata pervenuta dalla Questura attivandosi per il soccorso del piccolo cane.

Giulia tutti i giorni sfama con del formaggio Hänsel e Gretel. Chi sono Hänsel e Gretel? Due splendidi ratti, così li definisce Giulia. All’orario prestabilito attendono giudiziosi l’arrivo della bambina che porta loro il formaggio. “Sono splendidi – riferisce Giulia ad Enrico Rizzi - e non è vero che sono animali sporchi. A volte li trovo seduti, con le zampe anteriori alzate che mi aspettano“. Ansel e Gretel raccolgono il bocconcino che Giulia lascia in terra e vanno via felici (dice sempre la bambina).

In casa, invece, tiene due conigli, salvati da maltrattamenti. Laila e Skizzo. Poi c’è la colonia felina che accudisce in strada. Nove gatti, tutti con un proprio nome. Giulia conosce le abitudini ed i vizi di ognuno di loro.

In questo contesto si è inserita nei giorni scorsi la storia del cagnolino investito che ha commosso tutta l’Italia. Purtroppo non è sopravvissuto ma ha lasciato un segno. Giulia ha, infatti, trovato una cagnolina di circa quattro mesi. La famiglia di Giulia ha, quindi, deciso di adattarla per evitare che Zoe, questo il nome dato alla cagnolina, corra gli elevati rischi che purtroppo ci sono vivendo in strada.

Mi piacerebbe diventare una brava veterinaria“, questo il desiderio di Giulia che si è già informata con Enrico Rizzi sulle città che ospitano la Facoltà. A breve, comunque, sarà vegetariana. Il parere di entrambi genitori parrebbe essere più che favorevole.

Cose che fanno ben sperare, anche alla luce di tutte le brutture che ogni giorno si devono ascoltare.

L’elevata sensibilità di Giulia e di tantissimi bambini della sua età verso quel mondo composto da esseri viventi che non hanno voce per difendersi e chiedere i propri diritti, mi fa sperare in un mondo migliore” ha commentato Enrico Rizzi. Speriamo, ce ne sarebbe veramente di bisogno. Auguri, pertanto, alla futura Veterinaria.

Fonte: Geapress

About these ads

Pubblicato il settembre 18, 2012 su Z- Ultima Ora- News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Hai trovato l'articolo interessante? Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 103 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: